Blog

Torna alla Rassegna Stampa

I contenuti legati alle offese online | ottobre 2021

22 Novembre 2021

Continua, anche questo mese, il nostro monitoraggio sui contenuti social legati alle offese online.

Ad ottobre, anche a causa delle lezioni che restano in presenza nelle scuole ed un contatto sociale più frequente, continuano a crescere le visualizzazioni su TikTok ai video riguardanti il bullismo (+10%) e il razzismo (+6%).

Tra gli episodi di bullismo raccontati online questo mese, spicca un video di @lucreziamistroni che racconta come a scuola fosse bullizzata a causa della sua discalculia e, in particolare, racconta come durante un interrogazione sia stata segnata sulla mano con un accendino.

Un altro hashtag in aumento, questa volta su Instagram, è quello riguardante i contenuti legati all'omofobia.

Su questo tema spiccano i post che raccontano la storia di Bobby, un ragazzo nigeriano che attraverso i social parla delle tematiche LGBTQIA+. In Nigeria l'omosessualità viene punita con molti anni di carcere, a volte addirittura con la pena di morte, ed il livello di omobitransfobia è altissimo: il giovane cerca di combattere queste discriminazioni con l'ironia.

@itisbobby su Tiktok conta più di 219mila follower e un totale di più di 2 milioni di likes per i suoi video contro l'omofobia.

Restano invariati i numeri sul bodyshaming su TikTok, mentre crescono dell'1% su Instagram.

Crescono del 7% le visualizzazioni ai contenuti su TikTok riguardanti lo stalking anche grazie al video di @hunyi8thekidz in cui racconta vicenda spiacevole con il suo ex fidanzato e le conseguenze ad essa correlate.

Come contattare Stop alle Offese

Stop alle Offese si occupa di tutela gratuita dalla diffamazione online. Per contattare i nostri esperti, puoi compilare questo form o scrivere una mail segnalazioni@stopalleoffese.it