Blog

Torna alla Rassegna Stampa

Glossario #15 | Cos’è l’online grooming?

09 Novembre 2021

La parola del glossario di oggi è online grooming. La nuova "puntata" del Glossario di Stop alle Offese è dedicata a questo fenomeno.

Cosa significa online grooming?

Con online grooming si fa riferimento alla prima fase di adescamento in cui il predatore si avvicina “prendendosi cura” del mondo psicologico della persona che vuole adescare.

Spesso la vittima designata è un minore. Il termine grooming deriva infatti dall’inglese to groom ‘curare’, ed è un neologismo per descrivere l’azione che mira a indebolire un minore mediante tecniche di manipolazione psicologica. Tecniche che a volte possono portare fino a un vero e proprio controllo della persona.

Questo processo deriva principalmente dal fatto che il primo approccio avviene molto spesso in termini amichevoli e mediante i nuovi mezzi di comunicazione, come i social. In particolare tramite scambi di messaggi in chat e scambio di immagini, la vittima viene convinta della normalità del rapporto con il carnefice.

Un caso recente

Purtroppo, come visto poco fa, l'online grooming è spesso rivolto a minori. Un caso di cronaca può aiutare a comprendere le dinamiche e la pericolosità di questo fenomeno. Il ottobre 2020 durante il programma Le Iene su Italia 1 è stato mandato in onda un servizio riguardante l'adescamento di una tredicenne su Instagram da parte di un adulto. L'uomo in questione si fingeva un quindicenne, utilizzando foto sottratte a un ragazzo deceduto (questo fenomeno prende il nome di impersonation, di cui abbiamo parlato qui). Durante le conversazioni sul social network, il tema principale era la sessualità, con richiesta di foto e video della giovanissima vittima.

L'uomo, inoltre, ha istigato la giovane a scappare di casa per poi andarla a prelevare e portarla a casa sua, ma all'incontro ha trovato, invece, la redazione del famoso programma Mediaset con la zia della vittima.

Come difendersi da questo reato?

Denunciare questi reati è il primo passo per fermarli. L’Articolo che disciplina tale reato per i minori di sedici anni è il 609 undecies del Codice Penale:

"Chiunque, allo scopo di commettere i reati di cui agli articoli 600, 600 bis, 600 ter e 600 quater, anche se relativi al materiale pornografico di cui all’articolo 600-quater.1, 600 quinquies, 609 bis, 609 quater, 609 quinquies e 609 octies, adesca un minore di anni sedici (2) , è punito, se il fatto non costituisce più grave reato, con la reclusione da uno a tre anni. Per adescamento si intende qualsiasi atto volto a carpire la fiducia del minore attraverso artifici, lusinghe o minacce posti in essere anche mediante l’utilizzo della rete internet o di altre reti o mezzi di comunicazione."

Come contattare Stop alle Offese?

Stop alle Offese si occupa di tutela gratuita dalla diffamazione online. Per contattare i nostri esperti, puoi contattare puoi compilare questo form o scrivere una mailsegnalazioni@stopalleoffese.it