Rassegna Stampa

Torna alla Rassegna Stampa

Con Stop alle offese la tutela legale delle vittime di insulti, offese e odio online è gratuita

14 Ottobre 2020

Hate speech, online shaming, online harassment: sono espressioni con cui chi frequenta gli ambienti digitali ha ormai imparato a familiarizzare e il cui significato è chiaro a molti per esperienza personale. Essere stati vittima di offeseinsultilinguaggio volgare o essersi visti attribuire fatti lesivi della propria reputazione è cioè condizione ormai diffusa tra chi usa i social e gli altri servizi online. Per fortuna, però, altrettanto comuni sono iniziative come “Stop alle offese!” che provano a difendere e risarcire chi è stato vittima di abusi online e a diffondere una cultura del rispetto negli ambienti digitali.

L'articolo di Inside Marketing: